E questa volta penso a me, ma non solo

“Sono riuscita a fare una piccola scorta di “cose” ed ho pensato di donartele tutte. Ho raccolto granelli di vetro colorato sulla spiaggia per risentire il suono delle onde. All’alba ho colto la prima rugiada per dissetare le aridi zone del tempo senza fine. Ho frugato nella scatola delle foto ed ho composto la cronologia della serenità. Ho lasciato in … Continua a leggere

Folgore e la parodia, Maccari e la poesia liberatoria

Folgore (pseudonimo di Omero Vecchi) e D’Annunzio, Montale e di nuovo D’annunzio sempre con La pioggia nel pineto: tradimenti che comunque sono pur sempre anche omaggi, giochi di specchi. Di questo si è parlato sabato 10 alla Scuola Carver di Livorno. Un bel pomeriggio per parlare di poesia, letteratura, prestiti preziosi e calchi d’autore. E poi c’era anche un poeta … Continua a leggere

E luce fu

In uno scenario futuribile, in cui non esiste più il sole e domina la nebbia che è anche simbolo di una volontà di appiattimento delle coscienze, due personaggi (un giovane e un vecchio) fanno conoscenza. La loro frequentazione offre al ragazzo la possibilità di approfondire un passato inimmaginabile che ai più sembra (per usare un eufemismo) solo una fola raccontata … Continua a leggere