In morte di Caproni

Accadeva il 22 gennaio del 1930 a Roma. Eccovi una poesia incentrata sul senso della morte, sulla caducità della vita, sul vuoto lasciato da chi ci è caro, tutto espresso in versi brevi alcuni brevissimi. FOGLIE Quanti se ne sono andati… Quanti. Che cosa resta. Nemmeno il soffio. Nemmeno il graffio di rancore o il morso della presenza. Tutti se … Continua a leggere

Il compleanno di Caproni 7 gennaio 2012

“Le poesie andrebbero portate in piazza, anche in chiesa” ma “non andrebbero declamate e gli attori non dovrebbero fare i gigioni” così affermava Giorgio Caproni, poeta livornese di grande intensità e di una sensibilità acuta e dolcissima. Oggi Giorgio avrebbe compiuto gli anni, voglio offrirgli un omaggio, nell’attesa di poter fare di più. La sua opera omnia è ricchissima e … Continua a leggere

Mencacci: Le parole che non ho detto

C’è un capitolo nel libro di Francesco Mencacci intitolato C’è troppa luce  che riporta ciò che lui, moderno Dante, o Orfeo o chi volete voi, ha omesso di chiedere alle anime dell’aldilà. Meno male che non ha trattato allo stesso modo chi sta di qua; sono pagine di alta poesia, in cui  i sentimenti sono i veri protagonisti, c’è tutta … Continua a leggere

Mano, il cane che non crede più all’umano

Mano, un maremmano moribondo, arriva alla Clinica Duemari di Oristano il 17 ottobre del 2016, l’hanno ritrovato incaprettato, quasi annegato in un canale, gli hanno messo una museruola. Pesa solo 12 kg. Nessuno crede che sopravviverà. Questa è una storia d’amore tra lo staff della clinica veterinaria, con la dott. Monica Pais in testa, e un essere che non vuole … Continua a leggere

Dino Fiumalbi e il suo caleidoscopio sensoriale

Ieri l’altro, come da programma, abbiamo presentato ( due mie amiche storiche ed io), l’ultimo libro di Dino, un Homo tecnologicus diventato Homo di letterae, senza rinunciare al suo imprinting. Durante questa full immersion nel genere giallo (ci sono parecchi morti ammazzati e ben tre donne detective a contendersi lo scettro) mi sono soffermata sull’uso che l’autore fa dei cinque … Continua a leggere