Il mural dedicato a Pinocchio

Spread the love

“Non mi ero mai cimentato a dipingere su un muro – racconta il pittore Marcello Scarselli – la rugosità, la durezza e la verticalità sono stati elementi nuovi. E’ stata un’esperienza diversa e felice, mi sono trovato benissimo e ho realizzato un’opera importante per me e spero anche per tutti”. Così descrive la sua prima esperienza, con poche parole, pochi cenni ma esaurienti e significativi l’autore del mural per il nido (La Mongolfiera) a Pontedera. A lui basta davvero poco, il suo minimalismo fa sempre centro, basta guardare la sua balena o l’albero degli zecchini ( i due estremi del mural). Bella l’idea di aggiungere un nuovo ambiente al racconto delle peripezie del burattino più famoso del mondo, così la ruota, scelta ad emblema del Lunapark, consentirà a tutti, bambini e non, di guardare il mondo dall’alto, di distaccarsene un po’; tanti infatti sono gli uccelli che appaiono nel capolavoro di Lorenzini, segno che questa prospettiva interessava molto all’autore. Una prospettiva aerea, verrebbe da dire. E gli zecchini nascono davvero sull’albero, quasi a dirci che non bisogna mai perdere la speranza e la capacità di sognare.
E noi vogliamo crederci.”

Il Bozzetto