Omaggio ad Achille Campanile

Mio padre lo adorava perché era un maestro nel gioco di parole applicato alla comicità. Un amico mi ha inviato due pilloline per ricordare questo artista poliedrico. Intanto la prima: DUE PAROLE (l’ispirazione proviene da “Tragedie in due battute” del maestro Achille Campanile). 22 novembre 2011 alle ore 09:16 (Prima teatrale, serata delle grandi occasioni, presenza del pubblico abituale e … Continua a leggere

Filastrocche metalinguistiche di Rodari

In queste filastrocche di Gianni Rodari spesso il segno linguistico (punteggiatura, accento, apostrofo) diventa un vero  e proprio personaggio, per me sono deliziose. Leggete questa con i cambi di genere, i diminutivi, gli accrescitivi: FILASTROCCA CORTA E MATTA Filastrocca corta e matta, il porto vuole sposare la porta, la viola studia il violino, il mulo dice: – Mio figlio è … Continua a leggere

Per gentile concessione di Roberto Morassi

Utilissimo per studenti e appassionati di metrica, Roberto è un grande ed è un vero giocatore, le parole per lui sono davvero dei giocattoli, sono veramente orgogliosa di poterlo ospitare nel mio blog: “Un piccolo tutorial di metrica che scrissi nel 2011 per il Diario di Bardo, di Roberto Berto: http://diariodibardo.blogspot.it/2011/03/i-versi-del-prof-morassi.html 11. Verso principe son, l’Endecasillabo (se sdrùcciolo, le sillabe … Continua a leggere

Ancora un testo “da rivoltare”

Vogliamo provare con Palazzeschi? Aldo fu un autore divertente e versatile, ironico, basta guardare il titolo di questa poesiola che, come un’altra simile ARA MARA AMARA, ha un evidente valenza fonico–enigmistica, totalmente slegata dal testo e comunque assolutamente nonsense: ORO DORO ODORO DODORO In fondo al viale profondo è la nicchia gigante Ch’è cinta dagli alti cipressi. La statua fu … Continua a leggere