Piero Ciampi e le valigie rosse

“Tu avevi preparato / le tue valigie rosse / e con tono deciso / chiamavi per telefono un tassì”. La casa editrice con cui ho pubblicato il libro, regalatato a mio padre per i suoi 100 anni, è  Valigie rosse e prende nome dai versi della canzone Mia moglie di Piero Ciampi, infatti, come si legge nel sito ufficiale, “il … Continua a leggere

Inviti superflui

E’ un racconto di Buzzati che si commenta da sè, non servono troppe parole, rischierei di sciuparlo: è la storia di un amore consunto, allo stremo, in cui Lui riconosce Lei come troppo diversa, una aliena quasi, ma tenta lo stesso, insensatamente, il riaggangio. “Vorrei, vorrei, vorrei” è un refrain che  strazia il lettore, ma quanta verità c’è in quel … Continua a leggere

Vladimir e Lilja

“Ti prego, scrivi, ogni giorno mi alzo con l’angoscia di sapere: «Che fa, Lilja?»Non dimenticare che all’infuori di te non mi serve né mi interessa nulla. Ti amo” Come sul dirsi l’incidente è chiuso la barca dell’amore si è spezzata contro la vita quotidiana. Tra me e te i conti tornano inutile fare l’elenco dei dolori, guai e torti reciproci. … Continua a leggere

Christian Bobin

“Ci sono poche parole a questo mondo che non siano segretamente velate di malinconia ed è una gioia senza pecche scoprire un’anima pura. Sono anime che somigliano ai primi libri dei bambini: contengono poche parole e sono piene di colori.” E’ il “poeta” della grazia, è il menestrello triste del dolore; ringrazio il mio amico Alessandro Scarpellini che me lo … Continua a leggere

Dino Buzzati

E’ uno dei miei autori preferiti, me lo fece conoscere una collega di scuola, che ancora ringrazio, tanti anni fa e da allora non l’ho mai abbandonato. Approfitto del fatto che oggi la Scuola Carver, una prestigiosa scuola di scrittura di Livorno ( la mia città) ne ricorda il magistero con “una stanza letteraria” di Michele Vaccari. Tra i racconti … Continua a leggere